Il 16 marzo Opening Day del campionato 2019. Riepiloghiamo quanto accaduto nel 2018

Foto di squadra, 2018

Gli appassionati ma soprattutto i giocatori attendono con impazienza il 16 Marzo, ovvero la data nella quale scatterà ufficialmente il Campionato 2019 di Baseball per ciechi. Nei prossimi giorni vi forniremo tutte le informazioni delle quali avrete bisogno in modo da essere preparati su ogni singola compagine che scenderà in diamante ma prima meglio fare un breve riassunto su quanto accaduto nella scorsa stagione agonistica.

Le squadre che si sono prese la scena sono state I Patrini Malnate nella prima parte dell’anno e la Roma AllBlinds nella seconda parte.

I varesini si sono aggiudicati il tricolore battendo i Lampi Milano in finale con un perentorio 7 a 1 al termine di un torneo da record nel quale sono stati in grado di realizzare un percorso netto fatto solo di vittorie. Una macchina pressocchè perfetta con Casale perno centrale della difsa e un line-up privo di fuoricampisti e in grado di realizzare punti sempre solo con la corsa sulle basi.

Nell’Estate si consumava un clamoroso divorzio proprio tra i Campioni d’Italia e la coppia Casale e Chiesa che passavano ai Thunder’s Five Milano i quali non potevano schierare l’iceman di Portoceresio in Coppa Italia come da regolamento A. I. B. X. C. Vigente.

La seconda parte di stagione si apriva con uno spettacolare All-Star-Game nel quale il girone Est si imponeva 1 a 0 sul girone Ovest con Lazzarini e Bassani a trascinare i compagni riuscendo ad avere la meglio contro il neo Homerun  King Ghulam e il solito fenomenale Casale.

Prima della coppa nazionale si svolgeva a Regensburg l’ottava edizione della Mole’s Cup nella quale un bel mix di rookies e giocatori esperti italiana si imponevano su tedeschi e francesi apparsi sempre come un cantiere aperto nel quale bisogna ancora molto lavorare.

I Patrini accusavano il colpo e non si qualificavano alle final Four di Coppa Italia che era una questione tra la Roma AllBlinds e i Lampi Milano. La squadra capitolina si confermava ancora regina di Settembre imponendosi sui meneghini per 7 a 4 al termine di una finale molto combattuta con un Bassani sempre protagonista assoluto. Una Roma AllBlinds matura e con un Abidi sempre più decisivo.

Spettacolo anche nel torneo di fine stagione agonistica con i Thunder’s Five Milano che potevano, finalmente, schierare in diamante Casale il quale prendeva subito per mano i compagni trascinando i meneghini in finale. Perfetta sintesi dell’impatto del numero 22 il mini Derby contro i Lampi nel quale Casale realizzava sei eliminazioni consecutive che sbarravano la strada agli avversari, presentandosi poi al piatto e realizzando un HR che consegnava ai Thunder’s l’incontro. In finale, tuttavia era la Roma AllBlinds ad imporsi con il risultato di 2 a 0 grazie ad una serie di battute e corse tecnicamente ineccepibili. I milanesi erano, dunque, riportati sulla terra, dimostrando ancora una volta che la differenza la fanno i dettagli e non un solo fattore.

Il 2019 si prospetta, quindi, ricco di spunti e con premesse agonistiche di assoluto livello.

Matteo Comi